Ai cittadini romani
e agli ambientalisti

 

Oggi, 25 marzo, con una inammissibile procedura è stata affidata dall’ente regionale Romanatura, la gestione dei Parchi che dovranno garantire il futuro verde di Roma.
Il rappresentanate di Italia Nostra si è rifiutato di partecipare alla votazione, mentre quello di Fare Verde ha votato contro la decisione. L’Oikos è stata inspiegabilmente esclusa dalla gestione del
Parco di Decima Malafede per il quale ha combattuto per vent’anni difendendolo, tra l’altro con un duro impegno economico ed umano, dagli incendi boschivi.

E’ con estrema tristezza che dobbiamo ancora una volta constatare come il nostro impegno e la nostra tenacia a difesa dell’ambiente e della qualità della vita venga osteggiato proprio da quelle istituzioni che dovrebbero svolgere il nostro lavoro. Purtroppo chi decide in campo ambientale è una cerchia di personaggi che dopo aver trascorso un passato da ambientalisti, hanno ritenuto più comodo installarsi su comode poltrone, costretti a ripagare, in qualche modo, chi li ha aiutati nelle loro carriere.

Per costoro noi rappresentiamo una spina nel fianco quando blocchiamo o ostacoliamo i loro progetti spartitori ed un pungolo rovente per le loro addormentate coscienze ed è per questo che, se potessero, ci cancellerebbero dalla faccia della terra.
Nei prossimi giorni inizieremo le dovute indagini per svelare ciò che effettivamente si cela dietro questa ennesima prevaricazione nei nostri confronti, e gli utenti dei nostri siti conosceranno la storia nei suoi dettagli.
Tutte le altre associazioni locali romane, anch’esse escluse con le stesse discutibili procedure, potranno far riferimento a noi per verificare se i loro diritti siano stati violati.

 

Ancora misteri a Romanatura dove sono i verbali e i progetti? [15.04.99]

Denunciato l'ente Romanatura perchè non mostra i documenti [12.04.99]

Ambientalismo e clientele la lettera che abbiamo mandato alla segreteria romana del PRC

RASSEGNA STAMPA


oikos informagiovani volontariato