ULTIME NOTIZIE
11 agosto 1999
Roma regione pag.23

 

Litorale. Focolai a Castelfusano per il terzo giorno consecutivo.

Pineta, l’inferno continua

Roghi in tutta la provincia di Roma. Esposti delle associazioni ambientaliste Oikos e Vas. Nel ’98 spesi 13 miliardi per gli interventi aerei.

Roma. Ancora allarme incendi nella pineta di Castelfusano, dove piccoli focolai continuano a minacciare le aree giÓ devastate dalle fiamme di domenica e lunedi. Ieri sono intervenuti due elicotteri della Protezione Civile, oltre alle autobotti del Servizio Giardini del Comune di Roma. Un altro rogo Ŕ scoppiato a Casalpalocco, vicino alla sede del Centro elaborazione dati dell’Italcable: bruciati due ettari di terreno. A lungo carabinieri e vigili urbani in borghese hanno pattugliato il parco di Castelfusano a caccia dei piromani. Dall’inizio dell’anno a oggi sono giÓ stati registrati 640 incendi nella regione. Per questo le associazioni Oikos e Verdi ambiente e societÓ hanno presentato cinque esposti alla magistratura per capire come mai non sia stata attuata la prevenzione necessaria, e per scoprire che fine abbiano fatto i soldi giÓ stanziati. "Per debellare gli incendi nel Lazio, la Protezione civile nel corso del 1998 ha dovuto predisporre circa 275 interventi aerei (per un costo di 13 miliardi)", si legge negli esposti. "Un numero eccessivo – ribadisce Stefano Zuppello dei Vas – se si considera che il territorio del Lazio Ŕ fortemente antropizzato e dotato di arterie stradali. Per evitare la continua emergenza basterebbe una mappatura dei punti a rischio, punti di avvistamento e la ripulitura". Ma dall’Istituto superiore antincendio rispondono: "Spesso le strade sono impervie: occorrono gli elicotteri".


HOME OIKOS BACK