Il Giornale
ROMA  pag. 35
sabato, 21 agosto 1999


ROGHI ANCHE A CIVITAVECCHIA E SUBIACO

 Brucia per ore il parco della Caffarella

 

Il verde capitolino continua ad andare in fumo ieri ci sono volute nove ore di duro lavoro per domare un incendio che distrutto il Parco della Caffarella, una delle articolazioni del Parco dell’Appia Antica, poco distante da Porta San Sebastiano, nella piana dell’Almone.

I piromani hanno mandato in fumo circa tre ettari di sterpaglie canneto e boscaglia.

Le fiamme sviluppatesi intorno alle 9 si sono propagate in una zona impervia e difficile da raggiungere per i mezzi dei vigili del fuoco, che hanno utilizzato anche un elicottero. L’incendio stato spento solo alle ore 18 grazie all’opera dei vigili del fuoco, di dieci "lanci" effettuati con l’elicottero e alle due autobotti dell’Ama e del Servizio Giardini.

Secondo Gaetano Benedetto, presidente dell’Ente Parco dell’Appia , l’incendio, divampato in tre punti diversi, di qua e di l dal fiume " manifestatamente doloso ed un attacco al parco, che potrebbe essere collegato alle roventi polemiche per la rimozione di un centinaio di orti abusivi e i recenti abbattimenti degli abusi edilizi".

Sull’episodio si registra la presa di posizione delle associazioni ambientaliste Oikos e Vas. " Il principio quello di non sprecare denaro per gli inefficaci e tardivi interventi di spegnimento – si legge in un comunicato congiunto – che alimentano un giro di affari che fa aumentare il numero degli incendi. Bisogna invece sviluppare una cultura della prevenzione basata sull’eliminazione della vegetazione secca. esistono finanziamenti ad hoc dell’ Unione Europea, ma n la regione, n il Comune sembrano volerli prendere in considerazione".

Ieri stata una giornata di grande lavoro anche per i vigili del fuoco della provincia. A Civitavecchia il vento di scirocco ha provocato la caduta di alcune antenne televisive e di due pali, rispettivamente dell’energia elettrica e delle linee telefoniche. Molte le chiamate per incendi di sterpaglie e di macchia mediterranea che si sono verificate a Santa Marinella e Tarquinia.

A Subiaco la telefonata di un ex vigile del fuoco ai suoi colleghi del distaccamento di Subiaco e il loro intervento hanno evitato che l’incendio sviluppatosi in via del Tufelli potesse avere gravi conseguenze. Infine un vasto incendio di sterpaglie e immondizie si sviluppato alle 17,30 ai margini di via Isacco Newton, nella zona del Trullo.


HOME OIKOS BACK