Il Messaggero
Litorale, pag 41
Giovedì 22 luglio 1999

 

Fiumicino

Un incendio in Capitaneria distrugge tutti gli archivi

 

Superlavoro per i vigili del fuoco ieri sul litorale romano. Tra gli incendi che hanno divampato in zona, anche quello della Capitaneria di Porto di Fiumicino dove è andato distrutto l’archivio. Le fiamme nella caserma di viale Traiano sono divampate intorno alle ore 18 nei sotterranei. Un denso fumo nero si è sprigionato nell’interrato invadendo presto gli uffici. Sul posto sono accorsi i vigili del fuoco e i volontari dell’associazione di protezione civile "Nuovo Domani" mentre i marinai cercavano di domare le fiamme con alcuni estintori. L’incendio esauritosi in poco più di un’ora, ha gravemente danneggiato le pratiche relative alle patenti nautiche e ai certificati di navigazione. Inoltre, in serata, sono state imposte le verifiche sulla staticità del pesante edificio. Nella mattinata i volontari di "Nuovo Domani" erano stati impegnati a lungo per l’incendio di sterpaglie e rovi lungo via di Muratella che ha minacciato alcune abitazioni. Sempre nel pomeriggio i pompieri sono dovuti intervenire insieme alla polizia e ai vigili urbani in uno spettacolare incendio avvenuto in un maneggio di via dei Monti di San Paolo. Ad andare a fuoco è stato un intero fienile. L’Oikos, associazione di protezione civile, polemizza sulla mancanza di prevenzione da parte delle istituzioni romane. << Quest’anno – spiega Alfonso D’Ippolito – abbiamo rifiutato la convenzione con il Comune di Roma ritenendo inopportuno collaborare con un ente responsabile di diverse inadempienze e irregolarità proprio in materia di incendi boschivi e che, oltretutto, si ostina a perseguire una politica di emergenza, rifiutando di lavorare concretamente nel settore della prevenzione>>.


HOME OIKOS BACK