Il Tempo
martedý 7 settembre 1999
Cronaca di Roma, pag. 26

 

PER LE CRITICHE SUI SISTEMI DI PREVENZIONE

Incendi, il Comune querela l’Oikos

 

LE CRITICHE al Comune per le gravi carenze strutturali in tema di protezione civile e di prevenzione degli incendi boschivi non sono piaciuti al sindaco Rutelli e alla sua giunta che, con delibera del 3 agosto scorso, ha dato mandato all’architetto Carlo Quinto Sapia, responsabile dell’ufficio Progetti speciali di sporgere querela nei confronti dell’Oikos, l’associazione che ha "osato" criticare il Campidoglio. Le argomentazioni dell’associazione naturalistica, raccolte in sito Internet, sono rimbalzate di volta in volta sui giornali, soprattutto dopo ogni catastrofe annunciata ( al Parco del Pineto, a Decima Malafede, alla Caffarella, a Monte Mario e a Castel Fusano). Insieme all’organizzazione Verdi Ambiente e SocietÓ, l’Oikos ha anche presentato diversi esposti per sollecitare l’intervento della magistratura, ordinaria e contabile, in merito alle inadempienze e alle inutili spese che la campagna di prevenzione e la lotta degli incendi boschivi faceva registrare. La replica del Campidoglio Ŕ arrivata, ma a suon di carta bollata. Secondo l’amministrazione comunale le pagine su Internet di Oikos << pur di avvalorare un giudizio negativo sulla gestione comunale del servizio di protezione civile, contengono affermazioni false e lesive della reputazione e del prestigio del Comune di Roma>>. << L’amministrazione comunale – ribatte il responsabile dell’Oikos, Alfonso D’Ippolito – non ci ha mai chiesto di rettificare le presunte false notizie contenute nel nostro sito Internet. Dopo averci penalizzato in tutti i modi, non liquidando i rimborsi spesa che ci spettavano, il Campidoglio vuole adesso anche impedire la nostra libera espressione>>. L’associazione ha giÓ preso carta e penna e sta preparando una circostanziata e documentata controquerela.


HOME OIKOS BACK