ENTE FANTASMA = PARCHI FANTASMA

Un'esordio davvero infelice per Romanatura, l'ente che deve occuparsi di gestire i Parchi Romani. Assolutamente assente durante la stagione degli incendi, assolutamente assente all'apertura della stagione venatoria. Ancora una volta gli assessori all'ambiente di Roma e Regione dimostrano la loro incapacità di garantire un minimo di tutela al patrimonio incautamente affidatogli. Che cosa sia poi questo ente Romanatura, onestamente non si capisce: sembra una cosa un pò raffazzonata mettendo assieme un po' di amichetti degli assessori e che, comunque, non riesce a combinare nulla. Per garantire un minimo di sorveglianza contro il bracconaggio, si è affidato alla collaborazione delle guardie venatorie di WWF, Legambiente e LIPU. Ma subito nasce un mistero: il numero di guardie sbandierate (più di 90) è superiore di gran lunga al numero reale di quelle che hanno la qualifica ufficiale. Non si capisce poi perchè si siano scelte, senza alcun avviso pubblico o concorso, solo queste associazioni, escludendo tutte quelle che da anni controllano i Parchi di Roma. A parte tutto, le guardie volontarie si lamentano, perchè dato che l'ineffabile ente non ha provveduto ad affiggere le tabelle di divieto di caccia, i cacciatori invadono impunemente le aree, ed una recente sentenza ha assolto alcuni di loro (sorpresi a cacciare nella Riserva del Litorale Romano) proprio in virtù dell'assenza della tabellazione. Provare a chiedere spiegazioni all'ente Romanatura è praticamente impossibile. Una volta che ci siamo riusciti, dopo numerosi tentativi, una specie di funzionario ci ha buttato giù il telefono in faccia, lasciando evidentemente intendere che non era disposto ad accettare alcuna critica. All'insegna dell'inefficienza, dell'assenza di trasparenza, della latitanza e dell'arroganza protetta da quello sparuto gruppetto a cui i professionisti della politica hanno ridotto quelli che una volta erano i Verdi, proseguono le politiche di minimalizzazione dei problemi ambientali a Roma e nel Lazio. Naturalmente a tutto vantaggio delle aspirazioni personali di potere che, come si sa, viene concesso quando non si toccano gli interessi di chi porta voti a quelli che il potere lo controllano più saldamente.

 

Beccaccini e Allodole sequestrate dalle guardie venatorie a Decima: impossibile perseguire legalmente gli uccisori: l'area
non è tabellata.

 


HOME OIKOS AMBIENTE E-MAIL