§ 19. — L.R. 17 settembre 1974, n. 51. — Interventi per lo sviluppo del settore forestale (1) (2).


 


1. Allo scopo di realizzare un organico sviluppo forestale, l’Amministrazione regionale è autorizzata negli anni finanziari 1974 e 1975 a finanziare nei limiti della spesa prevista nella presente legge, interventi relativi al rimboschimento e alle opere complementari strettamente connesse, nei bacini montani e nei comprensori di bonifica montana e integrale.

L’Amministrazione regionale è autorizzata altresì a finanziare lavori ordinari e straordinari per la produzione e l’acquisto di piantine e semi forestali da destinare alle iniziative suddette di forestazioni pubbliche e private.

Tra i lavori sopra indicati sono compresi il potenziamento dei vivai della Regione mediante l’attuazione delle necessarie opere di impianto, di ampliamento, di ammodernamento, di manutenzione e coltura, nonché la raccolta e la essiccazione dei semi.

I semi e le piantine saranno utilizzati per l’attuazione dei rimboschimenti effettuati direttamente dal Corpo forestale regionale o saranno ceduti, a titolo gratuito, per i lavori di rimboschimento agli Enti ed ai privati.

Le piantine e i semi di cui al precedente comma, dovranno, a preferenza, provenire da boschi iscritti al « Libro dei boschi da seme» o da boschi che l’Ispettorato regionale delle foreste catalogherà nell’inventario delle foreste e delle piante regionali da seme.

 

2. L’Amministrazione regionale attuerà interventi volti a prevenire, ad eliminare i danni provocati alle piante forestali da cause avverse, fisiche e biologiche.

L’Amministrazione regionale potrà, inoltre, sostituirsi agli Enti pubblici ed ai privati negli interventi di cui al precedente comma.

 

3. L’Amministrazione regionale promuove studi, indagini, osservazioni e sperimentazioni in campo forestale e naturalistico, con particolare riguardo al settore del rimboschimento, degli inerbamenti, degli interventi colturali nei boschi, delle utilizzazioni forestali, della tecnica d’impianto e coltura dei vivai, delle moderne tecniche dei lavori di assestamento e della idrologia forestale.

Elabora altresì i piani relativi alla conoscenza, conservazione e organizzazione dei sistemi ecologici naturali e ripristino dei biotopi laziali.

 

4. Per gli interventi previsti nella presente legge è autorizzata la spesa di L. 600.000.000 in ragione di L. 300.000.000 per ciascuno degli esercizi finanziari 1974 e 1975.

Allo stanziamento di L. 300.000.000 autorizzato per l’anno finanziario 1974 si farà fronte mediante prelievo di pari somma dal cap. 2982 del bilancio 1974.

 

5. La somma di L. 300.000.000 di cui al precedente art. 4 verrà iscritta nel bilancio 1974 nei seguenti capitoli di nuova istituzione:

 

- cap. 2758 con denominazione : « Opere di rimboschimento e ricostituzione boschiva ed opere complementari nei bacini montani e nei comprensori di bonifica montana ed integrale» L. 100.000.000;

- cap. 2756 con denominazione : « Spese per vivai forestali» L. 50.000.000;

- cap. 2757 con denominazione: « Studi, indagini e sperimentazioni nel campo forestale e naturalistico» L. 20.000.000;

- cap. 2732 con denominazione: « Spese per la fitopatologia forestale» L. 130.000.000 (3) (4).

 

6. Il presidente della Giunta regionale è autorizzato a disporre con propri decreti, su proposta dell’Assessore al Bilancio, le occorrenti variazioni di bilancio.

 

(1) Pubblicata sul B.U.R. 30 settembre 1974, n. 27 (S.O.)
(2) Vedi legge regionale 9 agosto 1976, n. 40 (§ 49).
(3) Così modificato dalla legge regionale 4 febbraio 1975, n. 18 (§ 26)
(4) Vedi legge regionale 9 giugno 1975, n. 56 (§ 36).


HOME OIKOS AMBIENTE BACK