LEGGE REGIONALE N.24 DEL 18.07.1974 PUGLIA

L’ATTO È SUDDIVISO IN 0005 UNITÀ DOCUMENTO

FONTE: BOLLETTINO UFFICIALE REGIONALE 22.7.74 N.23

PREMESSA:

IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO.

IL COMMISSARIO DEL GOVERNO HA APPOSTO IL VISTO.

IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:


 


 

TITOLO ATTO: "REGOLAMENTAZIONE ACCENSIONE STOPPIE"

Articolo 1

Per il territorio della regione Puglia il tempo e le condizioni nel rispetto delle quali è possibile dar fuoco alle stoppie sono disciplinati dalla presente legge.

Articolo 2

Le operazioni di accensione delle stoppie nei campi non potranno aver luogo prima del 15 luglio nei territori agrari siti ad un livello altimetrico fino ai 300 metri e prima del 31 luglio in tutti gli altri territori siti ad un livello superiore.

Articolo 3

Le operazioni di accensione delle stoppie devono essere effettuate adottando tutte le cautele necessarie a difesa della proprietà altrui, nel rispetto delle disposizioni di Pubblica Sicurezza vigenti in materia e della modalità prescritte dagli artt. 71,73, e 237 della legge sulle Opere pubbliche 20 marzo 1865 n. 2248 allegato F.

In ogni caso chi accende il fuoco deve assistere di persona alle operazioni fino a quando il fuoco sia spento con il numero occorrente di operatori impegnati a seguire, battendo con frasche verdi e flabelli metallici, lo sviluppo delle piante e a impedire una eventuale propagazione del fuoco con l’impiego, di badili, di pale e di ogni altro mezzo all’uopo necessario.

 

Articolo 4

In prossimità di zone boscose è vietato bruciare le stoppie, gli sterpi e il seccame nelle giornate di vento.

In condizioni atmosferiche normali l’accensione delle stoppie in prossimità di zone boscose va comunque effettuata ad una distanza non inferiore a metri 100 dal ciglio dei boschi e deve essere preceduta:

a) dalla creazione di una fascia di sicurezza priva di vegetazione per tutta l’estensione direttamente confinante con i boschi per una larghezza non inferiore a metri 10 e comunque tale da assicurare che il fuoco non si propaghi al bosco;

b) dalla creazione di altra fascia, rispetto al margine della zona da bruciare, di terreno arato per una larghezza non inferiore a metri 10 e comunque tale da assicurare che il fuoco non si propaghi.

Articolo 5

La presente legge è dichiarata urgente ai sensi e per gli effetti dell’art. 127, 2 comma, della Costituzione e dell’art. 60 dello Statuto ed entra in vigore il giorno stesso della sua pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia.

E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e farla osservare come legge della Regione.

 

Data a Bari, addì 18 luglio 1974


HOME OIKOS   BACK