Il Giornale
Domenica, 2 agosto 1998

 

A Bel Poggio l'incendio più pericoloso cha è giunto a lambire l'autostrada del Sole

Ancora fiamme alle porte della città

Focolai tra Sacrofano e Formello, feriti tre volontari della Protezione civile

 

La morsa del caldo continua a favorire gli incendi in tutto il Lazio. Nel territorio di Bellegra nella valle dell'Aniene, ad esempio, nel pomeriggio di ieri, si è sviluppato un nuovo incendio. E' il terzo nel giro di una settimana. Dopo quelli di sabato scorso in prossimità del cimitero e di mercoledì in località Fontana Fresca, le fiamme sono divampate questa volta nella frazione di Cammorano, interessando oltre diecimila metri di sottobosco. Per circoscrivere e spegnere l'incendio carabinieri, guardie comunali, Vigili del fuoco di Subiaco e volontari della protezione civile, hanno lavorato per oltre due ore anche per evitare il coinvolgimento di alcune abitazioni di campagna.

Un altro incendio si è sviluppato sulla collina che si trova in località Le Pantane a Trevignano. Le fiamme divampate nel primo pomeriggio hanno seguito a poche ore di distanza quelle che forestale di Roma, carabinieri e vigili del fuoco di Bracciano hanno domato nella tarda sera di venerdì. Oltre 20 gli ettari di costone coperto da vegetazione che sono andati distrutti nella zona paludosa del piccolo comune che si affaccia sul lago di Bracciano.

Anche la capitale è stata interessata da alcuni focolai. Il più pericoloso è divampato poco prima delle 15 in località Bel Poggio, all'altezza del raccordo anulare in direzione Nomentana. Le fiamme hanno riguardato due colline tra le quali in alcuni tratti è giunto il fumo dell'incendio. I vigili del fuoco non hanno segnalato problemi alla viabilità. Le fiamme hanno interessato un circolo di tennis che avrebbe riportato lievi danni.

Un secondo incendio, di vaste proporzioni, è divampato nel pomeriggio in via di Valle Muricana, sulla strada che collega Sacrofano a Formello, al chilometro 7,60, in località Monte Musio, dove si trova un grande bosco. Sul posto, oltre ai vigili de fuoco, sono accorsi gli uomini della Forestale. La zona è difficilmente raggiungibile con gli automezzi dei soccorsi. Le fiamme hanno lambito un maneggio. L'ultimo incendio si è registrato alle 16 sulla via Tiberina tra Sacrofano e Formello. E mentre si dirigeva, verso l'incendio un fuoristrada, con a bordo tre volontari della Protezione civile, si è ribaltato. Uno dei volontari, Pino Pellicani di 35 anni, si trova ora ricoverato in prognosi riservata nel reparto di rianimazione dell'ospedale San Giovanni con emorragia cerebrale, frattura del bacino e problemi polmonari. I volontari erano stati chiamati dalla sala operativa regionale integrata tra vigili del fuoco, forestale e Protezione civile.


HOME OIKOS BACK