L’ULTIMA (?) VERGOGNA

 


 


Il 26 Aprile si sono presentati presso la nostra sede due ‘ufficiali’ della Polizia Municipale di Roma. Avevano ricevuto l’incarico, da parte del gabinetto del Sindaco Rutelli di fare dei controlli in seguito a una ‘denuncia’ ricevuta dal dirigente della Protezione Civile della Regione Lazio. Questo signore, si era scaricato dal nostro sito tutte le pagine relative al nostro ostello e chiedeva di intervenire per verificare se ‘tale attività era compatibile con la natura della nostra organizzazione’. Naturalmente tutti i protagonisti di questa ‘verifica’ ignoravano le leggi che regolano le attività delle associazioni di volontariato, compreso il fatto che l’accoglienza a basso costo dei giovani è una della attività per le quali siamo autorizzati dalla presidenza della giunta regionale, così hanno tutti quanti perso un po’ di tempo. Ma il punto non è questo: il funzionario della Regione Lazio che ha scatenato la vicenda, tale Matteini, è stato più volte da noi denunciato, per reati che vanno dall’abuso d’ufficio, al falso, al concorso in omicidio colposo, ed è il dirigente amministrativo di Giovanni Hermanin, assessore all’Ambiente della Regione Lazio ed ex presidente della Legambiente, anche lui più volte denunciato. Il gabinetto del sindaco Rutelli, per quanto riguarda le sue responsabilità per protezione civile ha parecchie cosette da chiarire con la nostra organizzazione e , proprio in questi giorni stiamo accertandone le responsabilità in alcuni fatti non molto chiari . Rutelli poi, si sa, non gode delle nostre simpatie. E’disgustoso che tutti costoro, invece di preoccuparsi dell’emergenza in Kossovo e in Albania a cui sono chiamati a dare risposte concrete i comuni e le regioni italiane, invece di preparare i piani di prevenzione contro gli incendi che, anche quest’anno rappresenteranno una calamità per Roma e Regione, utilizzino il loro tempo e lo stipendio a loro versato dai contribuenti in azioni di disturbo contro un’ associazione di volontariato che denuncia da tempo le inefficienze e gli abusi in alcuni settori dell’amministrazione pubblica, a Roma e nel Lazio.

Quest’ultimo episodio, che noi interpretiamo come vanamente ricattatorio e minatorio, sarà denunciato alla magistratura, come tutti gli altri.

Per ora è bene che i nostri visitatori conoscano i sistemi che vengono utilizzati ancora in qualche parte d’Italia, e ne traggano le dovute considerazioni.


HOME OIKOS INCENDI BOSCHIVI AMBIENTE E NATURA