........................
INCENDI
BOSCHIVI

........................
NOVITĀ

........................
HOME
AMBIENTE

........................
FORUM
NATURA

........................
HOME
OIKOS

 

 

 


La Repubblica - Roma Cronaca
13 - Agosto 2001

 

INCENDI: LA DOMENICA DEI PIROMANI

Il fuoco, alimentato dal vento, si č diffuso dalla Laurentina alla Cassia alla Portuense. Centinaia di ettari in fumo

Settemila "Sos" lanciati ai pompieri, in azione anche gli aerei

Salvo Palazzolo

E' stata la domenica dei piromani. Complice, il vento di maestrale. Tutta la provincia trasformata in un teatro di guerra per i vigili del fuoco: 7000 le richieste di aiuto arrivate al centralino di emergenza, 150 gli interventi sin dalle ore del mattino. E sulle fiamme sono arrivati anche gli aerei della protezione civile.
Brucia per ore la zona di Tregoria sulla Laurentina, non lontano dal centro sportivo "Fulvio Bernardini, che ospita gli allenamenti della Roma. Incendi sulla Cassia, all'altezza di Formello e sulla Cassia Bis. A rischio - per fortuna scampato - la necropoli etrusca della Banditaccia, a Cerveteri, per il rogo della "Macchia della Signora", lungo il litorale a Nord Roma. E per l'intera notte fra sabato e Domenica i vigili sono stati impegnati lungo gli argini della fossa Traianea, il ramo minore del Tevere, a Fiumicino. Il bilancio č di centinaia di ettari in fumo. Danni irreparabili, paura nei centri abitati e repentine fughe, ma anche tanti disagi per il popolo dei vacanzieri che ieri č rientrato dalle ferie: traffico rallentato per le fiamme lungo la Roma - Civitavecchia, la Roma - L'Aquila e la provinciale Braccianese Claudia, la strada fra Ceri e Cerveteri, chiusa addirittura al traffico la Via Portuense dal bivio per la via dell'Aeroporto fino all'area dell'Oasi di Porto. Il Comune intanto stringe i tempi per la piena attuazione del piano anti - incendio varato nei mesi scorsi dal commissario Enzo Mosino: << La nostra attenzione č diretta soprattutto alla prevenzione - spiega l'assessore all'ambiente Dario Esposito - non esistono incendi che sorgono spontanei, la maggior parte č dovuta alla mano dei piromani ma anche alla disattenzione e all'incuria >>. Il Campidoglio ha allora dato il via ad una serie di misure di prevenzione: si parte con la pineta di Castel Fusano. Il segretario dell'organizzazione di volontariato "Oikos", Alfonso D'Ippolito, polemizza con il Comune chiedendo un maggiore impegno per la prevenzione. L'assessore Esposito ribadisce gli ultimi atti dell'amministrazione per la protezione civile: una convenzione con i volontari della Fopivol, un'altra per un elicottero a disposizione fino al 15 settembre. Ieri pomeriggio, vigili e protezione civile sono dovuti intervenire anche a Castel San Pietro, Laiano e nel parco di Treja, fra Calcata e Mazzano. Poi a Tivoli in un bosco fra Affiale e Subiaco. Poi ancora emergenza a Fiumicino, lungo gli argini di un altro ramo del Tevere, la Fiumara Grande: sono andate distrutte quattro imbarcazioni in rimessaggio ad un circolo nautico.

 

 

     

INIZIO
PAGINA

 

HOME AMBIENTE | NOVITĀ AMBIENTE | FORUM NATURA | HOME OIKOS