| Humberto Maturana  |

 
 
dsfaklj dsfajklfsda flkfdsakljfda
       fdjjkfdjklfd fdjkfdsakjldf jfdsjkfdj fdjfdjkfd  fdjkfdsajklfds dfsajkfdskjfdskajl òfdsajklfkl 100 dsfaklj dsfajklfsda flkfdsakljfda 
       fdjjkfdjklfd fdjkfdsakjldf jfdsjkfdj fdjfdjkfd  fdjkfdsajklfds dfsajkfdskjfdskajl òfdsajklfkl 100 dsfaklj dsfajklfsda flkfdsakljfda fdjjkfdjklfd fdjkfdsakjldf jfdsjkfdj fdjfdjkfd  fdjkfdsajklfds dfsajkfdskjfdskajl òfdsajklfkl 100 dsfaklj dsfajklfsda flkfdsakljfda fdjjkfdjklfd fdjkfdsakjldf jfdsjkfdj fdjfdjkfd  fdjkfdsajklfds dfsajkfdskjfdskajl òfdsajklfkl 100 dsfaklj dsfajklfsda flkfdsakljfda fdjjkfdjklfd fdjkfdsakjldf jfdsjkfdj fdjfdjkfd  fdjkfdsajklfds dfsajkfdskjfdskajl òfdsajklfkl 100

. . . . . . . . . . . . . . . .
ENGLISH
VERSION

. . . . . . . . . . . . . . . .
BIOGRAFIA
. . . . . . . . . . . . . . . .
ARTICOLI
. . . . . . . . . . . . . . . .
IDIOSINCRASIE
. . . . . . . . . . . . . . . .
CITAZIONE
. . . . . . . . . . . . . . . .
LINKS AI 
SITI WWW
. . . . . . . . . . . . . . . .
BIBLIOGRAFIA
. . . . . . . . . . . . . . . .
TESTI IN 
ITALIANO
. . . . . . . . . . . . . . . .
FRANCISCO VARELA
. . . . . . . . . . . . . . . .

 

 

 

 

"Quando si mette l’oggettività tra due parentesi, tutte le vedute, tutte le direzioni nella multidirezionalità sono ugualmente valide. Se capiamo questo, perdiamo la passione per il cambiamento dell’altro. Uno dei risultati è che si può apparire indifferenti alle altre persone. Invece chi non vive con l’oggettività tra parentesi ha una vera passione per cambiare l’altro. Quindi loro hanno questa passione e tu no. Nell’Università dove lavoro, ad esempio, la gente dice. "Humberto non è veramente interessato a niente!" E questo perchè io non ho una passione dello stesso orientamento di quella della gente che vive con l’oggettività senza parentesi. Penso che questa sia la maggiore difficoltà. Ad altre persone puoi sembrare troppo tollerante. Tuttavia, se anche gli altri mettono l’oggettività tra parentesi, puoi scoprire che il disaccordo può essere risolto entrando in un dominio di Co-inspirazione, nel quale le cose vengono fatte insieme perchè i partecipanti vogliono siano fatte. Con l’oggettività tra parentesi è facile fare le cose assieme perchè l’uno non squalifica l’altro nel processo di farle."

Humberto Maturana -Intervista- 1985  

* * *

Humberto Maturana [1928 ] Biologo; Cibernetico, Scienziato, ha inventato la sua teoria dell’autopoiesi proseguendo sul percorso di Bateson, Wittgenstein, G.B. Vico con la sua teoria dei Corsi e Ricorsi, Paul Weiss con la nozione di Autoproduzione, e di molti altri. Ha trascorso la sua carriera elaborando questa teoria attraverso un programma di ricerca biologica nel suo laboratorio di Santiago del Chile (sulla cui entrata è scritto ‘Laboratorio sperimentale di epistemologia). Conosciuto in tutto il mondo come Humberto (eccetto in Italia ove è ‘Umberto’), continua ad elaborare la sua teoria generando evidenza sperimentale che assecondi la tesi secondo cui la realtà è una costruzione consensuale della comunità nel momento in cui appare "oggettivamente" esistere. La nozione di "oggettività" è sostituita da quella di "costruttivismo". 


ARTICOLI

Bateson e Maturana: verso una fondazione biologica delle scienze sociali di Paul F. Dell [19.05.99]

Siti ove trovare altro materiale sull'approccio di Maturana:

Perception & Visual Illusions

Enactivism Research Group
Non-Cartesian Cognitive Science
Index of /~palmer/autopoiesis


FRANCISCO VARELA

 

 

Home Oikos | Ecologia della Mente | pagina di coordinamento | Antipsichiatria
Links | KellyMaturana | von Glasersfeld | Laing | Bateson